L'anima di Ilsie n° 38

Le mie difficoltà

So che avevo scritto nel post precedente - la recensione di L'apprendista assassino di Robin Hobb - che avrei cercato di mantenere il mio blog più attivo possibile. La realtà delle cose si sta rivelando più complicata di quella che avevo immaginato. E' un periodo in cui sono molto stanca. Il mio papà è ancora ricoverato in ospedale quasi da due mesi e, anche se ormai siamo vicini alle dimissioni, questa fase è la più complicata. Negli ultimi due giorni ho fatto quattro ore di macchina per andare da lui e di fatto quando sono a casa tendenzialmente mangio o dormo. Non ho energie per fare altro, neanche per leggere. Non appena la situazione si sarà allentata, nel giro di una settimana circa, forse dieci giorni, il blog ritornerà al ritmo originario e attivo come prima.

Vi ringrazio tutti per il supporto, non vedo l'ora di poter tornare a scrivere e a leggere. Non perché mi senta in dovere, ma perché amo curare questo mio spazio sul web. Per me voi lettori siete molto preziosi e importanti, per questo ho ritenuto fosse necessario scrivere qualche riga per informarvi di ciò. Per qualche giorno vi chiedo di pazientare, poi non appena potrò e sarò più calma e serena riprenderò a recensire e pubblicherò il classico di luglio con tanta gioia. Intanto vi chiedo di andare a leggere e a commentare se vi va la mia ultima recensione, di cui trovate il link alla prima riga di questo post, perché vi parlo di un libro per me importantissimo e che tutti gli appassionati di fantasy dovrebbero leggere secondo me. Grazie davvero a tutti voi, non ho intenzione di sparire a lungo. Un abbraccio enorme a tutti voi,

Ilsie.