26 ottobre 2016

L'anima di Ilsie n° 40

Le cinque trilogie fantasy più belle che io abbia mai letto

L'hanno scorso ero presa bene con una serie di classifiche abbastanza distruttive, come per esempio, le saghe che non ho ancora finito oppure la letteratura che non riesco ad apprezzare - per approfondire cliccate sui link. Visto che quest'anno mi sento più propositiva e meno saccente, oggi voglio parlarvi delle trilogie più belle che ho letto negli anni. Una piccola precisazione fondamentale, i generi a cui mi riferisco oggi sono il fantasy e il fantastico - ovvero ambientazione verosimile, ma con qualche elemento magico. E che mi sono limitata ovviamente solo a trilogie, perché se avessi dovuto riflettere su tutte le saghe in generale che ho letto non ne sarei uscita viva. Spero che l'idea di oggi vi possa piacere e che vi stimoli a leggere qualcuno dei romanzi di cui vi parlerò. Sono tutte storie che mi hanno emozionato profondamente e sono molto felice di potervene parlare qui sul blog. Di seguito trovate il titolo dell'intera trilogia e tra le parentesi i titoli dei singoli libri, nel caso qualcuno di voi sia interessato a fare altre ricerche a proposito. L'ordine è crescente, quindi trovate la trilogia più bella per ultima. Credo di aver detto tutto e quindi iniziamo:

20 ottobre 2016

Perché leggere i classici

Memorie di una geisha di Arthur Golden, ovvero la fiction mescolata alla Storia

(Memoirs of a Geisha)

Leggere questo romanzo è stato senza dubbio una grande vittoria personale ed il motivo è molto semplice: ho provato a leggere questo romanzo tre volte negli ultimi anni, ma senza successo. Senza un motivo plausibile mi fermavo sempre a pagina 47 e lì mi bloccavo, accantonandolo. Ho questo libro da tanto tempo ormai, forse addirittura da dieci anni; l'avevo comprato con sincera curiosità riguardo alla storia che narrava e non vedevo l'ora di leggerlo. Ma fino ad oggi non ero mai riuscita a continuare oltre quella dannata pagina 47. Il merito per aver finalmente terminato questo romanzo va sicuramente tutta a questo blog, alla sfida di lettura, ai titoli da leggere quest'anno che ho messo nero su bianco nella pagina Letture e sfide 2016. Ciò mi ha dato una grande motivazione a concedere l'ennesima occasione a Memorie di una geisha. La sfida di lettura di quest'anno devo dire che mi sta dando tantissime soddisfazioni e sta procedendo oltre ogni aspettativa. Mi ha permesso di essere una lettrice molto più ordinata e organizzata e di apprezzare man mano i progressi che faccio. Ne sono davvero tanto felice. Ma ora iniziamo sul serio con la recensione.

7 ottobre 2016

L'anima di Ilsie n° 39

I libri che mi ha portato l'estate

Se ci sono due cose che non ho smesso di fare quest'estate, queste sono state leggere e comprare libri. Con molta soddisfazione posso dire di aver finito la TBR di questi tre mesi - se siete curiosi di sapere quali siano state le mie letture vi lascio il link del post L'anima di Ilsie n° 37 - e sicuramente ne riparlerò più in là. Per quest'anno ormai sono al 31esimo libro su 40 della mia personale sfida di lettura e sono molto soddisfatta dei miei risultati. Se qualcuno di voi è particolarmente curioso di come ho giudicato fino ad oggi i libri che ho letto, vi consiglio di cercarmi su Goodreads - il mio nome ovviamente è sempre Ilsie Aiken - dove ho aperto uno scaffale a parte per tutti i libri del 2016.

L'altra cosa che non ho smesso di fare quest'estate, appunto, è stato lo shopping letterario. Un po' per sfogo, un po' per piacere personale, da giugno ad agosto ho comprato parecchio. Per i miei standard, infatti, dieci libri in due mesi sono tanti, perché di solito acquisto in modo molto diluito nel tempo. In ogni caso, sono molto soddisfatta delle nuove entrate, molte delle quali saranno le mie letture del prossimo anno. Non indugio oltre e iniziamo a parlare nei miei acquisti:

1 ottobre 2016

Recensione di Ottobre

Prima di iniziare la recensione vera e propria, volevo ringraziare tutte quelle persone che mi hanno dimostrato solidarietà per il periodo appena trascorso. I vostri commenti sotto il mio ultimo post mi hanno dato tanta forza, ve l'assicuro. Ed oggi sono molto contenta di ritornare a curare questo piccolo spazio della mia vita che condivido con tutti voi. Il blog L'anima delle storie riprende da qui, con 106 iscritti, sia vecchi che nuovi ed io non potrei esserne più felice. Riprende purificato e con nuova energia. Spero che vogliate continuare con me questo percorso, da ora in poi. Vi abbraccio tutti, uno ad uno. Grazie.

Shantaram di Gregory David Roberts, ovvero la vita e la verità su di essa

(Shantaram)

Ci sono pochi libri pieni e densi come Shantaram. Libri non solo fisicamente importanti - ben 1177 pagine -, ma che raccontano una storia altrettanto intensa e complicata. La storia autobiografica di un evaso australiano, condannato per rapina a mano armata, ex-cocainomane, appena arrivato a Bombay dopo la sua fuga. La storia di un uomo che cerca una cosa più di tutte le altre, anche se lui all'inizio non lo sa. Che incontra una straordinaria varietà umana sulla sua strada: una generosa e simpatica guida indiana dal sorriso straordinario, una bellissima ma gelida donna europea, un filosofo capomafia invischiato nelle guerre fuori dall'India, un sicario che si troverà ad amare come un fratello e tanti altri. Un'umanità assurda, folle per i nostri canoni occidentali. Ma che Roberts osserva e racconta con occhi privi di giudizio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...