L'anima di Ilsie n° 37

I libri della mia estate

Si sta profilando all'orizzonte un periodo per me molto difficile e molto complicato. Ho tanto sperato che questa estate potesse essere gioiosa e leggera, per potermi riposare dall'inverno pieno come è stato il 2016. Tutto è cominciato con uno stato di salute molto problematico del mio papà, che sta lottando con la forza di un leone per uscirne. A questo sommiamo la sessione estiva dell'università e il risultato è che il mio cervello sta andando in panne e mi sembra assurdo come la mia vita si sia trasformata in così poco tempo. Dato che comunque sto cercando anche io di restare abbastanza attiva e con un atteggiamento positivo, cercherò per quanto mi è possibile di non lasciare il blog senza post pianificati. Voglio reagire a questo periodo no. Tuttavia non aspettatevi grandi dissertazioni filosofiche perché il mio tempo libero tra studio e ospedale è piuttosto limitato.

Mi sono chiesta allora quale potesse essere un buon post da proporvi e che fosse abbastanza veloce da preparare. Per cui ho ripensato al fatto che l'estate scorsa ho iniziato a fare le mie prime liste di libri da leggere e qui sul blog avevano riscosso abbastanza successo. Oggi quindi sono qui per proporvi la mia TBR - to be read - per questa assurda estate 2016 e spero che possiate gradire l'idea. Vi dico già che sono un po' indietro con i tempi rispetto a quello che avevo previsto - sempre per colpa di questo periodo allucinante. Tuttavia spero di riuscire a completarla entro il 31 di agosto, per poi passare a leggere altro. Detto questo, iniziamo:
  • L'apprendista assassino, L'assassino di corte e Il viaggio dell'assassino di Robin Hobb: ho già letto il primo volume e al momento sto leggendo il secondo. Vi dico già che si tratta della saga fantasy più bella che io abbia mai letto. In assoluto. Anni fa avevo letto i primi due capitoli della trilogia e dovevo finire il terzo, ma a causa dell'eccessiva immedesimazione nella storia mi ero dovuta fermare. Leggere era un dolore continuo. Ora l'ho ripresa in mano e spero di poterla a termine il prima possibile, nonostante i libri siano parecchio grossi;
  • Altà fedeltà di Nick Hornby: scelto come libro di luglio per la sfida di lettura del blog LPS, sono molto incuriosita da questo autore che non ho mai letto. Mi sembra una storia particolare, molto diversa da tutto ciò che ho letto fin ora.
  • Dance dance dance di Murakami Haruki: sono finalmente pronta a leggere il terzo romanzo di Murakami che è entrato nella mia libreria! Ammetto che questo autore mi è mancato in questi mesi - ho finito Norwegian wood l'autunno scorso - e non vedo l'ora di iniziare questo libro, sperando che mi piaccia.
  • Addio e grazie per tutto il pesce e Praticamente innocuo di Douglas Adams: sono gli ultimi due libri della "trilogia in cinque parti" di Guida galattica per autostoppisti. Anche qui, non vedo l'ora di finire questa storia che mi ha fatto morire dalle risate. Per ora il secondo libro è quello che mi è piaciuto meno, la mia paura è che gli ultimi due capitoli non mantengano lo stesso livello di quelli precedenti.
  • Shantaram di Gregory David Roberts: ed infine arriva lui, il tomo dell'anno. Più di mille pagine, una storia lunghissima e profonda. Questo titolo mi attrae in maniera inesorabile da parecchio tempo e aspetta sulle mie mensole da novembre. E' decisamente ora di leggerlo e di viaggiare con lui in Australia, India e ovunque mi vorrà portare.
Questa è la mia TBR per questa estate, otto titoli che mi attirano molto e che credo mi daranno tanto. Devo dire che quest'anno è stato pazzesco per le letture fatte, per ora sono assolutamente soddisfatta. Vi ricordo che potete trovare la lista completa delle mie letture di quest'anno nel menù orizzontale in alto alla voce "Letture e sfide 2016". Se volete dirmi la vostra su questi titoli, se volete saperne di più, se volete dirmi le letture che farete voi quest'estate, vi aspetto nei commenti qui sotto per parlarne tutti insieme. Per il momento vi auguro buon week-end e ci vediamo presto con la Recensione di Luglio.

Ilsie.