L'anima di Ilsie n° 23

A proposito di Grossman, Gaiman e Allende

Mi sembra doveroso, prima di salutarsi per un paio di settimane, fare un piccolo riassunto della situazione qui sul blog, a partire dalle mie letture. Nell'Anima di Ilsie n° 14 vi elencavo le letture che avevo intenzione di fare tra l'autunno e l'inverno e le motivazioni delle mie scelte. Qui, per chi si fosse un po' perso per strada, vi comunico a che punto sono e le mie impressioni riguardo alle letture svolte.

I libri letti sono i seguenti:
  • Norwegian wood di Murakami Haruki: come avevo già detto nell'Anima di Ilsie n° 18, questo libro mi è piaciuto abbastanza, ho particolarmente apprezzato le tematiche pesanti e profonde che vi sono trattate. L'unico problema che ho riscontrato è stato che verso il finale c'è un fatto che non sono riuscita a condividere e che ha rotto pesantemente l'immedesimazione che avevo con il protagonista. Per cui questo un po' ha rovinato l'impressione generale che ne ho avuto alla fine;
  • Vedi alla voce: amore di David Grossman: aiuto. Penso che questo sia stato uno dei libri più difficili che io abbia mai letto. Ammetto che arrivavo da un periodo in cui ero stata abbastanza sotto pressione e in più ho sottovalutato quella che poteva essere la difficoltà del romanzo. Avendo letto prima Qualcuno con cui correre ero molto tranquilla, dato che l'ho trovato il libro più fluido che io abbia mai letto. Vedi alla voce: amore è stato tutt'altro: impegnativo e con uno stile di scrittura molto vicino al monologo interiore per le prime tre parti del romanzo, è stata una lettura pesante, per quanto alla fine io abbia trovato nel romanzo una ricchezza e un'importanza esorbitante. Lo consiglio, ma sappiate che è un libro complicato. Forse in futuro ne farò una recensione più approfondita se ne sentirò il desiderio;
  • Nessun dove di Neil Gaiman: bellissimo, non so neanche esprimere quanto mi sia piaciuto. Riscatto di Gaiman, che con il suo Stardust mi aveva lasciato un po' delusa. Non aggiungo altro per il semplice fatto che recensirò questo libro a Gennaio e non voglio anticipare i dettagli;
  • L'amante giapponese di Isabel Allende: non presente nel post originale delle letture, ma aggiunto nel post L'anima di Ilsie n° 19 dove annunciavo di averlo comprato e di non riuscire a resistere all'attesa, è stata un'altra lettura molto positiva. A differenza di altri, ho apprezzato molto l'ultimo lavoro dell'autrice cilena, che ha riconfermato la mia idea: il suo talento sta nel raffigurare le sofferenze umane con una delicatezza e una semplicità senza eguali. Qui troverete tantissimi spunti, tantissime tematiche tratte dalla storia del secolo scorso, come l'Olocausto degli ebrei, i campi di concentramento per i giapponesi, l'integrazione difficile, gli amori difficili, l'accettazione di sé, la pedofilia e le violenze, l'omosessualità, l'AIDS. Tante personaggi con ognuno il proprio dramma. E' stato come fare una carrellata nella storia umana e grazie alla grande sensibilità di questa autrice arriva tutto con grande verità, ma leggerezza allo stesso tempo. Da non confondere con la superficialità, ovviamente.

I libri che quindi mi mancano ancora nella lista sono:
  • Trilogia siberiana di Nicolai Lilin;
  • Il seggio vacante di J.K. Rowling;
  • Trilogia del Nord di Louis-Ferdinand Celine.
Al momento devo dire di essere ferma perché sto iniziando a preparare gli esami universitari di Febbraio, quindi il tipo delle mie letture è un po' diverso dal solito - di fatto ho da leggere dei gran saggi. Spero di poter presto riprendere a leggere, in particolare la Trilogia siberiana mi sta aspettando già sulla mensola sopra il letto. Questo sarà l'ultimo post dell'anno, da qui ci rivediamo con calma il 1° Gennaio. Prima di salutarvi vi ricordo che è in corso il giveaway del blog e potete trovare tutte le informazioni qui. E' in palio un libro davvero bellissimo e sono molto felice di poterlo regalato a qualcuno di voi. Per Gennaio ho già preparato l'upgrade dell'elenco di letture, perché vedendo quanto funziona con me farsi una lista dei libri da leggere, ho deciso di allargare il progetto all'intero 2016. Quindi vi aspettano presto una Recensione del mese, il risultato del giveaway e la lista delle mie letture dell'anno, mischiato al book haul dei regali. Io vi faccio i miei auguri di buone feste e di una felice conclusione di questo 2015, vi abbraccio tutti e a presto

Ilsie.